lunedì, 15 Luglio 2024
spot_img
spot_img
spot_imgspot_img
spot_img

Crollo delle università italiane: -21,2% di iscritti entro il 2041

Il sistema universitario italiano si trova di fronte a una sfida senza precedenti: il calo demografico proietta una diminuzione del 21,2% degli iscritti entro il 2041. Questo scenario preoccupante è stato evidenziato nell'ultimo report Mediobanca sulle università italiane, la competizione territoriale e la sfida della diminuzione della natalità

spot_imgspot_img
spot_img

Il sistema universitario italiano si trova di fronte a una sfida senza precedenti: il calo demografico proietta una diminuzione del 21,2% degli iscritti entro il 2041. Questo scenario preoccupante è stato evidenziato nell’ultimo report Mediobanca sulle università italiane, la competizione territoriale e la sfida della diminuzione della natalità.

Secondo le previsioni, la riduzione degli iscritti porterà a un minore introito da rette di frequenza di circa 500 milioni di euro nel 2041. Si prevede una diminuzione di 415 mila studenti nei prossimi vent’anni, con un calo particolarmente marcato nel Mezzogiorno, dove si registrerà una flessione superiore al 30% in regioni come Molise, Basilicata, Puglia e Sardegna, portando il Sud e le Isole a una diminuzione complessiva del 27,6%. Anche il Nord e il Centro Italia non saranno esenti da mutamenti, con una previsione di calo degli iscritti rispettivamente del 18,6% e 19,5%.

Denatalità e università: quali conseguenze

Il calo demografico avrà ripercussioni su tutti i settori del Paese, inclusa l’istruzione universitaria. Il Mezzogiorno, in particolare, ha già assistito a una diminuzione degli iscritti negli ultimi decenni. Tra le cause di questo declino vi sono le condizioni delle infrastrutture e la limitata ricettività degli studentati universitari. L’investimento limitato dell’Italia nell’educazione terziaria rappresenta un ostacolo nel affrontare la sfida del calo demografico.

Inoltre, l’età avanzata dei docenti universitari in Italia solleva interrogativi sull’adeguatezza dell’offerta formativa. La composizione anagrafica del corpo docente mostra una quota significativa di professori con più di 50 anni, con una percentuale ridotta di under 40 rispetto ad altri paesi europei.

Calo demografico e università telematiche: quale legame?

L’aumento del numero di iscritti agli atenei telematici del 410% nell’ultimo decennio suggerisce una crescente preferenza per la modalità di studio online. Questo fenomeno è influenzato dalla necessità di ridurre i costi di viaggio e alloggio e dall’adeguamento alle esigenze di un mercato del lavoro in continuo cambiamento.

La situazione attuale impone agli atenei in presenza di adattarsi alle nuove esigenze formative, considerando che solo il 4% dei corsi offerti sono fruibili online. Le università telematiche giocano un ruolo chiave nell’offrire una formazione flessibile e adatta alle necessità degli studenti, soprattutto in un contesto di calo demografico e di iscritti.

In conclusione, il sistema universitario italiano si trova di fronte a una serie di sfide derivanti dal calo demografico e dalla necessità di adattarsi alle nuove dinamiche socio-economiche. È necessario adottare strategie innovative e investire in un’istruzione superiore di qualità per garantire un futuro sostenibile per le università italiane e per la formazione dei giovani.

LEGGI ANCHE:

IC Crosia, Tavernise (M5S): “Grande soddisfazione”

"Un risultato di cui andare fieri come comunità, quello raggiunto dall'Istituto comprensivo di Crosia, primo in Italia, su 1306 istituti partecipanti, alla richiesta di...

Garante salute richiede tavolo di concertazione per emergenza nube tossica in seguito ad incendio sviluppatosi nel sito Poly2Oil

"Premesso che in data 13 luglio un incendio di vaste proporzioni si è sviluppato all’interno diun piazzale di stoccaggio di materiale plastico in contrada...

Catanzaro, la Filcams Cgil Calabria porta in scena il settore del turismo

Martedì 16 luglio alle ore 19,30 sul Lungomare Terrazza-Saliceti di Catanzaro la Filcams Cgil Calabria terrà l'iniziativa "A Muzzo". Si tratta di un'iniziativa di carattere...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img

ARTICOLI CORRELATI