martedì, 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
spot_imgspot_img
spot_img

La mano dei clan sulle elezioni regionali, come si raccoglievamo i voti nell’hinterland catanzarese

Soldi e cene in cambio di un centinaio di voti

spot_imgspot_img
spot_img

La mano dei clan sulle elezioni. Come raccontano gli atti dell’inchiesta Karpanthos che ha già portato allo scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune di Cerva. Come riporta Gazzetta del Sud, ora si aggiungono le dichiarazioni dei due boss della Pre Sila catanzarese. I loro verbali sono stati depositati nell’ultima udienza del processo insieme alla relazione del perito sul materiale sequestrato nei telefonini di alcuni degli indagati. Ne emerge un quadro inquietante che riguarda non solo i ristretti confini della Presila catanzarese. Uno dei due boss svela di essere stato pagato da un ex consigliere per raccogliere voti tra Cropani, Petroná e Botricello e di aver avuto in cambio anche una cena pagata, tutto ciò per un centinaio di voti.

Inoltre nella relazione depositata agli atti si sottolinea che lo stesso candidato aveva dichiarato di aver ottenuto un record di consensi nella Presila catanzarese.

LEGGI ANCHE:

Cirò Marina, furgone affonda nel porticciolo turistico

Un furgone è finito nel bacino del porticciolo turistico di Cirò Marina dove è rapidamente affondato. Il mezzo sarebbe scivolato in mare nella manovra...

Cosenza, 30enne ferito a colpi di pistola

Una sparatoria è avvenuta ieri notte a Cosenza, un 30enne di etnia rom è rimasto ferito ad una gamba. L'uomo, è giunto autonomamente al...

Incendio a ridosso dell’A2, chiuso il tratto tra Santa Trada e Villa San Giovanni

 A causa di un incendio divampato a ridosso della sede stradale, l’Autostrada A2 del Mediterraneo è provvisoriamente chiusa tra gli svincoli di Santa Trada...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img

ARTICOLI CORRELATI