lunedì, 15 Luglio 2024
spot_img
spot_img
spot_imgspot_img
spot_img

La Stefanaconi che fu nel libro di Licia D’Urzo

Edito dalla Sd di Sonia Demurtas, “Sulle Ali dei Rircordi” è al centro di un dibattito con gli alunni della scuola media alla presenza del sindaco, dell’assessore e del preside del plesso

spot_imgspot_img
spot_img

Presentato a Stefanaconi (VV), alla scuola media, il volume “Sulle Ali dei Ricordi -tradizioni, usi e costumi della Stefanaconi di un tempo”, dell’insegnante Licia D’Urzo, edito da SD Collection di Sonia Demurtas. La maestra Felicetta (così chiamata dai suoi alunni) ha lavorato a Stefanaconi per oltre quaranta anni, ed a Stefanaconi ha vissuto fin dalla sua nascita, per trasferirsi poi a Vibo Valentia. Il libro si avvale della collaborazione di Melina Morelli, che ha realizzato la copertina del volume con l’immagine di un suo dipinto e ne ha curato la grafica insieme a Sonia Demurtas.

Il progetto editoriale

Nel progetto editoriale sono stati inseriti foto e nomi di luoghi ed oggetti di un tempo, un libro ricco di vicende storiche ed edito da Sonia Demurtas, presidente dell’Accademia di Arte e Poesia Fior di Loto, di cui Licia D’Urzo fa parte. L’opera parla di passato e di ricordi: vuole essere un testamento morale di idee e valori da consegnare alle giovani generazioni.

Durante la presentazione del libro sono intervenuti il sindaco di Stefanaconi Salvatore Solano, il preside della scuola Raffaele Vitale, la professoressa Luberto Maddalena, i ragazzi della scuola media, che si sono dilungati in un bellissimo dibattito con l’autrice, a cui sono state rivolte molte domande su aneddoti e vicende storiche accadute a Stefanaconi.

La narrazione dei luoghi

Come si legge nelle prefazione del volume «la narrazione dei luoghi, dei fatti, delle persone e degli accadimenti è chiara, fluida, vivida e precisa, come uno storico accorto lei narra i fatti così come sono avvenuti, senza dare giudizi e senza preconcetti. Non troviamo nel libro immagini surreali, ma immagini vere, a volte crude, dolorose ma mai filtrate o falsate dall’opinione personale affinché ciò che si trasmette sia la fotografia reale di un modo di essere, di vivere e di sentirsi parte di quella specifica realtà».

L’assessore Fortunato Cugliari ed il sindaco hanno promesso nuove iniziative a favore di questo libro storico «patrimonio di Stefanaconi, testamento morale di una vita ricca di sentimenti» e di luoghi e oggetti da riscoprire. La sala della scuola è stata luogo di una mostra di oggetti ormai non più in uso, di cui la maestra Licia D’Urzo ha spiegato usi e tradizioni. Presente anche l’editrice Sonia Demurtas che ha curato i due volumi della maestra inserendo foto e notizie importanti.

LEGGI ANCHE:

Gianni Versace il collezionista di mappamondi

Gianni Versace collezionava mappamondi, di tutti i tipi e di tutte le epoche. Li custodiva gelosamente in una stanza, quasi a voler dominare il...

LIFF11 – Lamezia International Film Fest Al via l’undicesima edizione

Ha inizio oggi, 15 luglio 2024, l'undicesima edizione del LIFF11- Lamezia International Film Fest, che si terrà presso i Giardini del Novecento. Ospite della prima serata, che...

Presentata l’Estate reggina 2024

«Non solo gli eventi dell'Estate reggina ma una presentazione che vuole dare l'idea di come si è mossa l'Amministrazione per realizzare un cartellone di...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img

ARTICOLI CORRELATI