martedì, 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
spot_imgspot_img
spot_img

Lamezia Terme, al via procedura gara concessioni aree demaniali marittime turistico-ricreative 2025

Le concessioni riguardano Marinella, Bosco Litoraneo e Ginepri, in base alle previsioni del vigente Piano spiaggia

spot_imgspot_img
spot_img

Con determina n° 158 del 13 giugno 2024, Il Comune di Lamezia-Settore gestione e valorizzazione del patrimonio e del territorio, ha stabilito i criteri della gara di assegnazione di 16 stabilimenti balneari; 2 lidi alla Marinella e un centro velici dal 2025. Mentre per quanto riguarda questa stagione, 2024, è stata concessa la proroga alle 3 attuali concessioni fino alla fine dell’anno. Nello specifico, l’Amministrazione comunale avvierà la procedura di gara pubblica a partire dalla stagione balneare 2025, “con la concessione di aree demaniali marittime per finalità turistico ricreative, per un periodo compreso tra i 6 ed i 20 anni”.

L’importo stimato dell’affidamento – si apprende dalla determina – essendo superiore alla soglia comunitaria ed a quella di competenza della Stazione appaltante Comune di Lamezia Terme, la gestione dell’appalto viene trasferita alla Centrale Unica di Committenza della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Come è noto, Ente convenzionato con il Comune di Lamezia Terme in materia di appalti gestiti da Stazione unica qualificata.

Le concessioni riguardano Marinella, Bosco Litoraneo e Ginepri, in base alle previsioni del vigente Piano spiaggia. A gara pertanto andranno le concessioni demaniali marittime degli ambiti Marinella (1 centro velico da 14.280 mq al confine con il territorio di Gizzeria, 2 lidi a servizio del villaggio Marinella, 4 stabilimenti balneari); Bosco Litoraneo (3 stabilimenti, con quello del lido Poseidon ancora da avviare in scadenza il 31 ottobre 2038); Ginepri (9 stabilimenti, con in planimetria anche l’ipotesi di un decimo come lido comunale nella parte più distante dal lungomare non compreso però nell’attuale bando), con in comune un minimo concedibile fronte mare di 35 metri lineare (per il solo centro velico non è indicato un minimo, ma solo il massimo di 91,5) ed un massimo che spazia tra i 50 ed i 56 metri lineari.

Fra le premialità si segnalano, “interventi economicamente più sostenibili, minore impatto ambientale, impegno a svolgere il servizio a carattere annuale, o per chi tra i servizi aggiuntivi predisponga soccorso e medico-sanitario proporzionato all’utenza prevista, attività ludico e ricreative (piano bar e pista da ballo, giochi da tavolo tipo calcio balilla e ping pong), centro benessere, baby sitting e kinderheim/baby care, copertura wifi dell’intera struttura, ristorante-pizzeria, istruzione sportiva, noleggio natanti e imbarcazioni, area animali, accompagnamento e servizi dedicati alle persone con difficoltà motorie rispetto agli standard minimi previsti in legge, servizio di accoglienza ed info-point ed una più funzionale area espositiva a vantaggio dell’offerta comunale”

LEGGI ANCHE:

Catanzaro, sicurezza cibernetica: incontro tra il sindaco e la polizia postale

Il sindaco Nicola Fiorita ha ricevuto a Palazzo De Nobili il dirigente del Centro operativo sicurezza cibernetica – polizia postale Calabria, Mario Lanzaro e...

Siderno, emergenza idrica: attivata una task force in Comune 

A seguito della grave carenza idrica che sta interessando parte della popolazione residente nella zona collinare di Siderno, il sindaco Mariateresa Fragomeni, oltre a...

Il Console calabrese Naccari in trasferta in Marocco

Cordiale accoglienza al Console Calabrese avv. Domenico Naccari, accompagnato dal rappresentante calabrese dell'Unione Islamica Italiana Karani Abdeslam, in visita ufficiale presso il Comune Marocchino...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img

ARTICOLI CORRELATI