martedì, 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
spot_imgspot_img
spot_img

L’allarme dell’Onu: “entro maggio a Gaza nord si rischia la carestia”

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'agricoltura (Fao), ha dichiarato che entro maggio, nel nord di Gaza, si rischia la carestia. Rischio per 1,11 milioni di persone

spot_imgspot_img
spot_img

Il conflitto in Medio-Oriente, sta mettendo in ginocchio la popolazione palestinese. Le famiglie di Gaza, oltre che sopravvivere agli attacchi delle truppe israeliane devono fare i conti con la fame. La Fao ha segnalato che le condizioni alimentari scarsissime stanno avendo un veloce peggioramento. La Striscia di Gaza, a causa dei continui bombardamenti e dal blocco dei luoghi di accesso all’area, non vi è la possibilità di fare entrare aiuti. L’Onu lancia l’allarme di intervenire con un’assistenza umanitaria su larga scala.

I dati pubblicati oggi, che emergono dal rapporto globale Integrated Food Security Phase Classification (IPC), che i governatorati settentrionali entro maggio andrebbero incontro ad una catastrofica carestia, che poi da lì andrebbe ad ampliarsi nei territori di tutta la Striscia. Facendo un paragone con i dati raccolti nel 2023, l’insicurezza alimentare a Gaza dal 79% è salita al 92%. La preoccupazione è alta, il livello di crisi sanitaria, alimentare e umanitaria è in una fase veramente elevata.

Beth Bechdol, Vice Direttore Generale della FAO, ha dichiarato che: “Questa analisi aggiornata conferma ciò che tutti temevamo: un allargamento e un rapido deterioramento della situazione della sicurezza alimentare a Gaza dove metà della popolazione si trova ad affrontare livelli catastrofici di insicurezza alimentare”. Ha poi aggiunto: “Questo dato raggiunge il livello più alto mai registrato a Gaza, diverso da qualsiasi cosa abbiamo mai visto prima. A dicembre, il precedente rapporto dell’IPC segnalava che la carestia era probabile. Se non verranno presi provvedimenti per cessare le ostilità e garantire un maggiore accesso umanitario, la carestia è imminente. Potrebbe già verificarsi. È necessario un accesso immediato per facilitare la fornitura di assistenza urgente e critica su larga scala”.

LEGGI ANCHE:

Biden: “L’attentato a Trump ci impone un passo indietro”

"L'attentato a Donald Trump impone a tutti noi un passo indietro". Lo ha detto Joe Biden in un discorso alla nazione dopo l'attacco all'ex...

Attentato a Trump, la solidarietà di Occhiuto

«La violenza non può avere alcuno spazio nelle nostre società. Vicinanza a Trump, alla famiglia della vittima, e a tutto il popolo americano». Lo...

L’attentatore di Trump ucciso da un cecchino del Secret Service

L'uomo che da un tetto ha sparato con un fucile in stile Ar sul comizio di Donald Trump è stato ucciso da un cecchino...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img

ARTICOLI CORRELATI