giovedì, 23 Maggio 2024
spot_img
spot_img
spot_img

Palazzetto di Insiti, iniziate le operazioni di sgombero

Il Comune di Corigliano Rossano si riappropria di un bene pubblico

spot_imgspot_img
spot_img
spot_img

Sono partiti questa mattina, alla presenza del sindaco Flavio Stasi, della Polizia Locale, Polizia di Stato, Settore Manutenzione, Settore Autoparco, Settore Ambiente ed Unità DeCoRo,  i lavori di sgombero e ripresa del possesso da parte del Comune del palazzetto di Insiti a pochi giorni dalla sentenza del Consiglio di Stato in base alla quale l’ordinanza di sgombero già emessa dal Comune di Corigliano-Rossano risultava pienamente legittima per cui il privato è obbligato al rilascio immediato dell’immobile abusivamente occupato.

Una sentenza ampiamente motivata che va a concludere definitivamente l’annosa vicenda che contrapponeva l’ente pubblico e il privato occupante abusivo di un bene pubblico. «Oggi si chiude una vicenda lunga.  Imbarazzante sotto il profilo istituzionale. Una vicenda di abusivismo, di arroganza, di illegalità. Si chiude grazie al lavoro di 5 anni che abbiamo messo in piedi all’interno delle aule giudiziarie e si chiude con la sentenza del Consiglio di Stato di venerdì scorso che, dopo la mancato usucapione, legittima la mia ordinanza di sgombero – ha dichiarato il sindaco Flavio Stasi –  Oggi la città di Corigliano Rossano recupera 41.000 m² che sono stati sottratti per anni alla Comunità, una storica struttura polivalente, sportiva, che oggi ovviamente abbiamo trovato in una situazione difficile e complessa.

Questo è l’ennesimo segnale di come in questo territorio si afferma la legalità e si afferma anche il rispetto della comunità e dei cittadini. Dopo che abbiamo restituito grandi aree del litorale alla Comunità, oggi restituiamo questa area al centro della città di Corigliano- Rossano. Da qui oggi si può iniziare a programmare anche un centro città, un centro città sostenibile, dove ci siano sedi istituzionali e servizi per i cittadini. Un parco come abbiamo immaginato per quanto riguarda la programmazione. Ovviamente non finisce quianche sotto altri profili. 

Il comune intende avviare una richiesta di risarcimento danni per tutto quello che è accaduto in questi anni, ma questo sarà cura degli uffici e dei tecnici preposti per avviare le procedure. Oggi, però, la città di Corigliano Rossano esulta, può esultare, perché recupera 41.000 m² di aria nel pieno centro cittadino, un centro laddove un tempo si praticava sport, per lungo tempo invece quest’area era stata sottratta alla Comunità. Oggi Insiti torna anche fisicamente nelle mani del comune, dei cittadini».

spot_img
spot_img

LEGGI ANCHE:

Musumeci: “Aiuti a chi lascerà i Campi Flegrei”

Ci vorranno oltre 500 milioni di euro per la messa in sicurezza dei Campi Flegrei, dove sono stati realizzati migliaia di edifici e vivono...

San Giovanni in Fiore, il Comune ha abbattuto l’ecomostro di Rovale

Il Comune di San Giovanni in Fiore ha provveduto ad abbattere l'ecomostro del villaggio Rovale, nei pressi di Lorica, nel Parco nazionale della Sila,...

Meloni: “Ho visto Leo, sospendiamo il decreto sul redditometro”

Oggi la Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha annunciato la sospensione del decreto ministeriale sul redditometro. L'annuncio è avvenuto tramite un video diffuso sui...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

ARTICOLI CORRELATI