venerdì, 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
spot_img

PD primo partito a Siderno, il consenso cresce

La dichiarazione del circolo di Siderno del Partito Democratico

spot_imgspot_img
spot_img
spot_img

“Le buone pratiche amministrative, la coerenza e l’impegno di una comunità politica che da sempre mette il “Noi” prima dell’io, premiano ancora una volta il Partito Democratico, di gran lunga il primo a Siderno, con una percentuale del 29,16%, quasi il doppio rispetto al secondo partito.

La più alta per il Pd nel territorio metropolitano e in tutta la Calabria nei comuni sopra i 15.000 abitanti.

Un dato in aumento rispetto al già ragguardevole risultato delle elezioni europee del 2019, che avevano già consacrato il Pd come primo partito a Siderno con una percentuale del 28,26%.

Da allora, il quadro politico nazionale è profondamente mutato; quella che non cambia è la fiducia dell’elettorato che vede nel Partito Democratico un solido punto di riferimento per le battaglie sociali e civili di chi non vuole rassegnarsi alla deriva populista e iper conservatrice di cui il nostro partito si conferma argine imprescindibile.

E il dato di Siderno, che si conferma tra le realtà più felici a livello nazionale (come dimostra la presenza, la settimana scorsa, del capogruppo al Senato Francesco Boccia, del segretario regionale Sen. Nicola Irto e del dirigente nazionale e candidato al Parlamento Europeo Sandro Ruotolo) assume ancora maggiore valore se si pensa che il Pd è il primo partito nella circoscrizione “Italia Meridionale”.

È un segnale evidente che i cittadini di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia hanno ben compreso: una battaglia fondamentale come quella contro l’Autonomia Differenziata si combatte con un Pd forte, radicato nel territorio e capace di intercettare le istanze di quegli ampi settori della popolazione che nei lustri precedenti non si sentivano più rappresentati dai partiti storici del centrosinistra.

È una vittoria della segreteria con al vertice Elly Schlein, che non solo rafforza l’unità interna al partito, ma pone le basi per la costruzione di un’alternativa di governo nazionale che – lo dicono i dati che arrivano oggi dalle urne – non potrà prescindere dalla formazione di un “campo largo” rappresentativo di tutte le forze alternative a una destra che, col combinato disposto di autonomia differenziata e premierato, si prepara a mostrare il proprio volto autoritario e antistorico.

Un campo largo in cui il Pd si propone come guida e spinta propulsiva.

E allora ringraziamo ancora una volta i tanti elettori che ci hanno dato fiducia ed i tanti militanti che non si sono risparmiati!

I successi elettorali confortano e ci fanno moltiplicare le energie. Ma non ci si può adagiare.

C’è una città da far crescere ancora di più e un avvenire da costruire per un’Italia più giusta e più equa. Democratica e Progressista.

Ed è questa la nostra forza. Avanti!”

LEGGI ANCHE:

G7, Biden non sarà alla cena con Mattarella

Il presidente americano Joe Biden non sarà presente alla lussuosa cena offerta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai leader del G7, che si...

USA: il Dipartimento di Stato revoca il divieto di utilizzo delle armi

Gli USA hanno abolito il divieto di riceve e usare armi americane per la 12-esima Brigata d'assalto Azov, la controversa un'unità paramilitare ucraina, di...

Balneari Confcommercio, Carmelo Fiorillo nella squadra del presidente nazionale Capacchione

Carmelo Fiorillo, presidente Sib Reggio Calabria e consigliere della Confcommercio provinciale eletto nel Consiglio nazionale, a formare la squadra del presidente. Una grande soddisfazione...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img

ARTICOLI CORRELATI