lunedì, 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
spot_img

“Pensa tu”, la terza edizione chiude con successo

Quattro intense giornate dense di esperienze ed emozioni per conoscersi, ritrovarsi e contaminarsi con nuove idee e progetti per il futuro.

spot_imgspot_img
spot_img
spot_img

COSENZA “Pensa tu”, la terza edizione del festival della scienza e della curiosità chiude i battenti con un bilancio positivo sia per la qualità dei relatori, sia per il pubblico presente all’iniziativa. Quattro intense giornate dense di esperienze ed emozioni, che hanno permesso a realtà provenienti da tutto il Paese di conoscersi, ritrovarsi e contaminarsi con nuove idee e progetti per il futuro. Numerosi i visitatori accorsi per esplorare il ricco percorso espositivo, impreziosito da musei, associazioni e importanti realtà al servizio di scienza, cultura e tutela del territorio.

Nel corso delle ultime due giornate, poi, hanno partecipato i ragazzi delle scuole calabresi ai quali è stata offerta la possibilità di incontrare divulgatori e animatori di ogni genere. Fra le esperienze più caratteristiche l’incontro con Stefano Gandelli, content creator di Geopop e, successivamente, quello con Amalia Ercoli Finzi e sua figlia Elvina Finzi, che hanno meravigliato ed emozionato i centinaia di presenti nell’auditorium.

le novità della terza edizione

L’edizione 2024 è stata molto più vasta rispetto agli scorsi anni, i visitatori hanno avuto l’opportunità di esplorare varie postazioni curate da esperti di vari ambiti scientifici, con la partecipazione di musei e organizzazioni. Tra questi, il comune di Papasidero che ha presentato due calchi dei famosi resti scheletrici trovati nella rinomata grotta del Romito. I visitatori hanno avuto anche l’opportunità di ammirare le riproduzioni a grandezza naturale di un rinoceronte lanoso e un ittiosauro. Inoltre, sono state presenti diverse mostre fotografiche, tra cui “Chi ha paura dei ragni?” di Pierluigi Rizzo e “I.A. e Io” curata dall’associazione fotografica “Ladri di Luce”.

Numerosi anche gli interventi: il primo panel “Oltre i confini: valicare le frontiere dello spazio profondo”, insieme a Davide Calcagno di Argotec, Alfredo Garro del Dipartimento di ingegneria informatica dell’Università della Calabria e Francesco Valentini del Dipartimento di fisica. E poi: “Segreti Sommersi: esplorazione delle profondità marine” con Sara Biancardi  e “Un pugnale, una meteorite e Napoleone Bonaparte” con Pasquale D’Anna e Tommaso Nicolò di “Passione astronomia”. Senza dimenticare “La divulgazione tra fake news e complotti” di Stefano Gandelli, content creator di Geopop.

Protagonista anche l’Intelligenza artificiale, con il talk curato da Carmine Dodaro – giovane professore associato del dipartimento di Matematica e informatica, vincitore dell’ambito premio “Marco Somalvico” dell’Associazione italiana per l’Intelligenza artificiale (Aiia); oltre che l’intervento “Oltre l’hype” dell’Associazione Verde Binario ed “A.I. Art: Visioni di una tecnologia maleducata” a cura dell’artista Alessio Ciaffi. Dando ai visitatori delle occasioni di riflessione su questa nuova tecnologia. Non per ultimi, Davide Bonadonna, paleoartista italiano, e Anna Giamborino, presidente dell’Associazione Paleontologica e Paleoartistica Italiana A.P.P.I., protagonisti di un panel dedicato al ruolo della paleoarte nella ricostruzione dei dinosauri e degli animali preistorici.

Il Festival si è concluso con due ospiti speciali: Amalia Ercoli Finzi, la prima donna italiana a laurearsi in Ingegneria Aeronautica e esperta di ingegneria aerospaziale, insieme a sua figlia Elvina Finzi, ingegnere nucleare e dirigente presso Luxottica. Il loro intervento, intitolato “Sei un universo: Genere. Generazioni. Scienza”, è stato incentrato sul ruolo delle donne e delle ragazze nel mondo scientifico. Alessia Tuselli, sociologa e ricercatrice post-doc presso il Centro Studi Interdisciplinari di Genere dell’Università di Trento, ha moderato l’evento.

spot_img
spot_img

LEGGI ANCHE:

Distinguere le foto create dall’intelligenza artificiale

Con l’arrivo dell’intelligenza artificiale si moltiplicano anche il fake. Fake news, certo, ma anche manipolazioni di immagini e di video generati direttamente dall’intelligenza artificiale...

Immunoterapia: IA alleata per la ricerca contro il cancro

L'Intelligenza Artificiale (IA) è la ''rivoluzione'' per la ricerca e il trattamento del cancro. Grazie a innovativi modelli predittivi, i ricercatori hanno raggiunto un...

Francesca Giubelli, l’influencer virtuale che piace alla Meloni

Piacere sono Francesca. Piacere mio, chiamami Giorgia. Lo si immagina così l’incontro tra il leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni e Francesca Giubelli, la...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

ARTICOLI CORRELATI