lunedì, 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
spot_img

Peronospora della vite e cambiamento climatico

E' il titolo del convegno organizzato dalla Coop. Terre della Costa Viola e dall'associazione Save Your Globe presso il salone dell'Immacolata a Porelli di Bagnara Calabra (RC) previsto per venerdì 19 aprile 2024 dalle ore 18,00

spot_imgspot_img
spot_img
spot_img

A Bagnara Calabra, si affronta un problema importante per la viticoltura eroica della Costa Viola e per la vitivinicoltura in generale, dopo gli effetti negativi  del riscaldamento globale della scorsa estate sulla vendemmia italiana. “Peronospora della vite e cambiamento climatico” è il titolo del convegno organizzato dalla Coop. Terre della Costa Viola e dall’associazione Save Your Globe presso il salone dell’Immacolata a Porelli di Bagnara Calabra (RC) previsto per venerdì 19 aprile 2024 dalle ore 18,00. 

Il cambiamento climatico e il surriscaldamento globale incidono sia sulla qualità della vita dell’uomo sia sulle colture agrarie. Infatti cambiano le altitudini e le fasce fitoclimatiche ovvero le aree vocate per ogni coltivazione dal momento che si ha a che fare con differenti temperature e livelli di umidità che spesso determinano la diffusione di specie aliene sia vegetali che animali oltre che l’incremento di parassiti per le colture agrarie più importanti. Il cambiamento climatico riduce la capacità di resistenza delle piante e al contempo altera gli ecosistemi spesso a favore di patogeni che trovano condizioni più favorevoli per attaccare e distruggere intere produzioni, come è avvenuto con la Peronospora della vite lo scorso anno in tutta Italia. Risulta importante riuscire a intervenire conoscendo sia l’andamento meteoclimatico sia nuovi metodi di cura ma soprattutto strumenti di prevenzione. 

Dopo l’introduzione di Carmelo Tripodi presidente della cooperativa agricola “Terre della Costa viola” e i saluti di Antonino Sgrò presidente dell’Ordine degli agronomi, il tema verrà trattato da esperti del settore. Rosario Previtera, agronomo e Ambassador europeo per l’UE Climate pact approfondirà il tema “Global warming, fasce fitoclimatiche e problematiche colturali”. L’agronomo Roberto Lombi  coordinatore del Servizio agrometeorologico dell’ARSAC tratterà “L’agrometeorologia moderna per la prevenzione” mentre Giovanni Agosteo, preside di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e docente di Patologia vegetale si soffermerà su “Interventi preventivi e curativi contro la Peronospora ed altre patologia della vite”. 

E’ previsto il rilascio dei crediti formativi per i dottori agronomi e dottori forestali.
In occasione del convegno sarà possibile visitare il “Museo della civiltà contadina di Porelli

spot_img
spot_img

LEGGI ANCHE:

Il 21 maggio previsto lo sciopero nazionale dei taxi

I sindacati dei tassisti confermano lo sciopero nazionale di domani con un'astensione dal servizio dalle ore 8 alle 22. A Roma si terrà una...

Reggio, imprese a scuola di leadership con Sergio Borra

Un formatore d’eccellenza, Sergio Borra, Ceo Dale Carnegie Italia, l’accoglienza delle Istituzioni che hanno patrocinato l’evento, del vice capo di gabinetto della presidenza del...

Meteo Calabria, si abbassano le temperature

Dopo una serie di giornate caratterizzate da temperature insolitamente elevate e cieli coperti, arricchiti dalla presenza di sabbia sahariana, la Calabria si appresta a...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

ARTICOLI CORRELATI