giovedì, 23 Maggio 2024
spot_img
spot_img
spot_img

Reggio, lavoratori servizi psichiatria, le parole dell’assessore Nucera

L'esponente dell'Esecutivo: «Sarebbe servita la presenza della struttura commissariale regionale per condividere lo stato di avanzamento di quel percorso per la conversione delle strutture già concordato»

spot_imgspot_img
spot_img
spot_img

Ecco la nota di Lucia Anita Nucera, assessore comunale al Welfare, dopo l’incontro convocato in Prefettura a Reggio Calabria:

«Lascia perplessi l’assenza dei rappresentanti della Regione Calabria al tavolo sulla vertenza dei lavoratori dei servizi di psichiatria. Lo scorso 31 gennaio nell’ultima riunione – ha evidenziato l’assessore – avevamo già trattato il tema della riconversione del servizio per salvaguardare i lavoratori. Sarebbe servita la presenza della struttura commissariale regionale per condividere lo stato di avanzamento di quel percorso per la conversione delle strutture già concordato. Un ringraziamento mi sento di farlo al Prefetto Clara Vaccaro che, in maniera celere, ha convocato la riunione e ha preso degli impegni per sollecitare l’intervento della Regione. Ringrazio anche la Commissaria Lucia Di Furia per aver portato avanti in questi mesi le istanze, presentando il progetto di riconversione e gli investimenti che servono e di cui deve occuparsi la Regione».

«Il mio pensiero in questo momento – ha aggiunto l’assessore Nucera – va ai lavoratori, che dal prossimo mese di maggio rischiano i licenziamenti, e alle loro famiglie. La Regione dovrà trovare una soluzione per il loro reinserimento nel mondo dell’occupazione. Dal tavolo è emersa la possibilità di una auspicata conversione. Non dimentichiamoci dei pazienti dei servizi psichiatria che per essere curati dovranno spostarsi in altre regioni, costringendo a lunghi viaggi le famiglie. Perché la Regione non consente di aprire questo tipo di percorsi all’interno della Città metropolitana?».

«Siamo rammaricati dell’assenza dei rappresentanti della Regione, avremmo gradito che ci fossero stati, considerato che si era convenuta insieme la riconversione e che, a distanza di 3 mesi e mezzo, non si è ancora concretizzata e lascia i lavoratori senza notizie certe sul loro futuro. Che ci dicano esattamente quali sono le loro intenzioni e che possano presentarsi alla prossima riunione del 22 aprile. Da parte nostra e del sindaco Giuseppe Falcomatà, che sta seguendo con apprensione la vertenza, massima vicinanza ai lavoratori che attendono da vent’anni di vedere concretizzarsi una soluzione».

spot_img
spot_img

LEGGI ANCHE:

Musumeci: “Aiuti a chi lascerà i Campi Flegrei”

Ci vorranno oltre 500 milioni di euro per la messa in sicurezza dei Campi Flegrei, dove sono stati realizzati migliaia di edifici e vivono...

San Giovanni in Fiore, il Comune ha abbattuto l’ecomostro di Rovale

Il Comune di San Giovanni in Fiore ha provveduto ad abbattere l'ecomostro del villaggio Rovale, nei pressi di Lorica, nel Parco nazionale della Sila,...

Meloni: “Ho visto Leo, sospendiamo il decreto sul redditometro”

Oggi la Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha annunciato la sospensione del decreto ministeriale sul redditometro. L'annuncio è avvenuto tramite un video diffuso sui...
spot_imgspot_img
Gli articoli della sezione

SEGUICI

spot_img
spot_imgspot_img

ULTIMI ARTICOLI

ARTICOLI CORRELATI